Chi è il cattivo della Bibbia?

Storia alternativa
e letture vietate


di Pierluigi Peruzzi


Mi spiegate per favore chi è il buono e chi è il cattivo della Bibbia?

Prefazione

Dopo che Papa Bergoglio ci ha pregato di leggere la Bibbia, ho seguito il suo consiglio. Purtroppo, ora non ci capisco più niente.
Ma chi è il buono e chi è il cattivone della Bibbia?
Illuminatemi per favore.

Il 23 dicembre 2019, Pierluigi Peruzzi



1° Satana

Satana si è ribellato al Signore.

In vari capitoli della Bibbia si può leggere che Satana si è messo di traverso a ciò che il Signore voleva.

Ciononostante, sembra che Satana non abbia mai ucciso nessuno.

Punto. Fine del Capitolo.


2° Il Signore della Bibbia

In vari punti dell'Antico Testamento si può leggere quanto si sia dato pena il Signore per farci rigare dritto.

Ne cito alcuni.


2.1 Mosé

Mosé si può considerare il grande condottiero agli ordini del Signore. Esso ha fatto sempre quello che il Signore ordinava.


A NUMERI - 31 La strage dei bambini

1Il Signore parlò a Mosé e disse: 2«Compi la vendetta degli Israeliti contro i Madianiti, quindi sarai riunito ai tuoi padri». ...
12Poi condussero i prigionieri, la preda e il bottino a Mosé, al sacerdote Eleàzaro e alla comunità degli Israeliti, accampati nelle steppe di Moab, presso il Giordano di Gerico.
17Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e uccidete ogni donna che si è unita con un uomo; 18ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita per voi.

Nota dell'autore:

Nel soprastante capitolo vengono uccisi tra i prigionieri decine di migliaia di bambini maschi. Un'orribile mattanza effettuata per sgozzamento e strangolamento. Le bambine vergini vengono considerate bottino di guerra e regalate ai soldati di Mosé.


B ESODO - 31 La pena di morte

14Osserverete dunque il sabato, perché per voi è santo. Chi lo profanerà sia messo a morte; chiunque in quel giorno farà qualche lavoro, sia eliminato dal suo popolo. 15Per sei giorni si lavori, ma il settimo giorno vi sarà riposo assoluto, sacro al Signore. Chiunque farà un lavoro in giorno di sabato sia messo a morte. 16Gli Israeliti osserveranno il sabato, festeggiando il sabato nelle loro generazioni come un'alleanza perenne.

Nota dell'autore:

In questo capitolo si evidenzia che chi fa un lavoretto di sabato viene ucciso.
Non mi vorrei soffermare sulle altre mattanze che Mosé ha fatto su ordine del Signore, altrimenti non si finisce più.


2.2 Il libro di Ezechiele

Nel capitolo di Ezechiele troviamo un Signore altamente deciso a far piazza pulita dei ribelli.

Qualche esempio dell'atteggiamento del Signore.


A Ezechiele Capitolo 5

1Figlio dell'uomo, ....
5 ... Questa è Gerusalemme! Io l'avevo collocata in mezzo alle nazioni e circondata di paesi stranieri. 6Essa si è ribellata con empietà alle mie norme più delle nazioni e alle mie leggi più dei paesi che la circondano: hanno disprezzato le mie norme e non hanno camminato secondo le mie leggi.
8 ...ebbene, così dice il Signore Dio: Ecco, anch'io sono contro di te!
9Farò a te quanto non ho mai fatto e non farò mai più, a causa delle tue colpe abominevoli. 10Perciò in mezzo a te i padri divoreranno i figli e i figli divoreranno i padri. Porterò a compimento i miei giudizi contro di te e disperderò ai quattro venti quello che resterà di te.
11 ... anche io raderò tutto, il mio occhio non si impietosirà, non avrò compassione.
12Un terzo dei tuoi morirà di peste e perirà di fame in mezzo a te; un terzo cadrà di spada attorno a te e l'altro terzo lo disperderò a tutti i venti e li inseguirò con la spada sguainata. 13Allora darò sfogo alla mia ira, scaricherò su di loro il mio furore e mi vendicherò; allora sapranno che io, il Signore, avevo parlato con sdegno, quando sfogherò su di loro il mio furore. 14Ti ridurrò a un deserto, a un obbrobrio in mezzo alle nazioni circostanti, sotto gli sguardi di tutti i passanti. 15Sarai un obbrobrio e un vituperio, un esempio e un orrore per le genti che ti circondano - io, il Signore, ho parlato - quando in mezzo a te farò giustizia, con sdegno e furore, con terribile vendetta, ....16, ... 17...».

Nota dell'autore:

Qui il Signore predice una terribile vendetta (come dice lui stesso). Scaricherà il suo furore e si vendicherà. Decine di migliaia di morti ne conseguiranno. Un Signore deciso a fare una grande mattanza anche di donne, bambini e vecchi.


B Ezechiele Capitolo 6

2«Figlio dell'uomo, volgiti verso i monti d'Israele e profetizza contro di essi:
3 ... Ecco, manderò sopra di voi la spada e distruggerò le vostre alture.
4 ... getterò i vostri cadaveri davanti ai vostri idoli 5e disseminerò le vostre ossa intorno ai vostri altari. 6Su tutto il vostro suolo dove abitate, le città saranno devastate, ...
7Trafitti a morte cadranno in mezzo a voi e saprete che io sono il Signore. 8 .... .
11Così dice il Signore ... "Ohimè, per tutti i loro orribili abomini il popolo d'Israele perirà di spada, di fame e di peste! 12 ... 13Saprete allora che io sono il Signore, ...
14 ...sapranno allora che io sono il Signore».

Nota dell'autore:

La terminologia di questo capitolo parla per se stesso.


C Ezechiele Capitolo 7

8Ora, fra breve, rovescerò il mio furore su di te, e su di te darò sfogo alla mia ira, ...
9 ... che sono io, il Signore, colui che colpisce.

Nota dell'autore:

Qui il Signore ha bisogno di sottolineare la sua supremazia.


D Ezechiele Capitolo 9
Il Signore esegue una mattanza tramite i suoi uomini

1Allora una voce potente gridò ai miei orecchi: «Avvicinatevi, voi che dovete punire la città, ognuno con lo strumento di sterminio in mano».
2Ecco sei uomini giungere dalla direzione della porta superiore che guarda a settentrione, ciascuno con lo strumento di sterminio in mano. In mezzo a loro c'era un altro uomo, vestito di lino, con una borsa da scriba al fianco. Appena giunti, si fermarono accanto all'altare di bronzo.
3La gloria del Dio d'Israele, dal cherubino sul quale si posava, si alzò verso la soglia del tempio e chiamò l'uomo vestito di lino che aveva al fianco la borsa da scriba. 4Il Signore gli disse: «Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme, e segna un tau sulla fronte degli uomini che sospirano e piangono per tutti gli abomini che vi si compiono». 5Agli altri disse, in modo che io sentissi: «Seguitelo attraverso la città e colpite! Il vostro occhio non abbia pietà, non abbiate compassione. 6Vecchi, giovani, ragazze, bambini e donne, ammazzate fino allo sterminio: non toccate, però, chi abbia il tau in fronte. Cominciate dal mio santuario!». Incominciarono dagli anziani che erano davanti al tempio.
7Disse loro: «Profanate pure il tempio, riempite di cadaveri i cortili. Uscite!». Quelli uscirono e fecero strage nella città.
8Mentre essi facevano strage, io ero rimasto solo. Mi gettai con la faccia a terra e gridai: «Ah! Signore Dio, sterminerai quanto è rimasto d'Israele, rovesciando il tuo furore sopra Gerusalemme?».
9Mi disse: «L'iniquità d'Israele e di Giuda è enorme, la terra è coperta di sangue, la città è piena di violenza. Infatti vanno dicendo: "Il Signore ha abbandonato il paese; il Signore non vede". ...
11Ed ecco, l'uomo vestito di lino, che aveva la borsa al fianco, venne a rendere conto con queste parole: «Ho fatto come tu mi hai comandato».

Nota dell'autore:

Nel capitolo soprastante il Signore ordina grande mattanza e strage di donne e bambini. Ezechiele pregava il Signore di smettere, ma egli non volle smettere


E Ezechiele Capitolo 25 - La grande vendetta del Signore

5Farò di Rabbà un pascolo per cammelli e delle città di Ammon un ovile per pecore. Allora saprete che io sono il Signore.
8Così dice il Signore Dio: Poiché Moab e Seir hanno detto: "Ecco, la casa di Giuda è come tutti gli altri popoli", 9ebbene, io tiro un fendente sulle spalle di Moab, in tutto il suo territorio anniento le sue città, decoro del paese, Bet-Iesimòt, Baal-Meon, Kiriatàim, 10e le do in possesso ai figli d'oriente, come diedi loro gli Ammoniti, perché non siano più ricordati fra i popoli.
11Così farò giustizia di Moab e sapranno che io sono il Signore.
12Così dice il Signore Dio: Poiché Edom ha sfogato crudelmente la sua vendetta contro la casa di Giuda e s'è reso colpevole vendicandosi su di essa, 13per questo, così dice il Signore Dio: Anch'io stenderò la mano su Edom, vi sterminerò uomini e bestie, ne farò un deserto. Da Teman fino a Dedan cadranno di spada. 14La mia vendetta su Edom la compirò per mezzo del mio popolo, Israele, che tratterà Edom secondo la mia ira e il mio sdegno. Si conoscerà così la mia vendetta. Oracolo del Signore Dio.
15Così dice il Signore Dio: Poiché i Filistei si sono vendicati con animo pieno di odio e si sono abbandonati allo sterminio, mossi da antico rancore, 16per questo, così dice il Signore Dio: Ecco, io stendo la mano sui Filistei; sterminerò i Cretei e annienterò il resto della costa del mare. 17Farò su di loro terribili vendette con castighi furiosi, e sapranno che io sono il Signore, quando eseguirò su di loro la vendetta».

F Le mie Conclusioni

Tutto il resto del Libro di Ezechiele non è tanto meglio. Ira, rabbia, vendetta e genocidio ed il Signore va a sottolineare che solo lui è il Signore.



2.3 Il Libro di Giosuè

Esempi di mattanze nel libro di Giosuè


A GIOSUÈ - 6

Gerico

1Ora Gerico era sbarrata e sprangata davanti agli Israeliti; nessuno usciva né entrava. ...
5Quando si suonerà il corno d'ariete, appena voi sentirete il suono della tromba, tutto il popolo proromperà in un grande grido di guerra, allora le mura della città crolleranno e il popolo salirà, ciascuno diritto davanti a sé». ...
10Giosuè aveva dato quest'ordine al popolo: «Non lanciate il grido di guerra, non alzate la voce e non esca parola dalla vostra bocca fino al giorno in cui vi dirò di gridare. Allora griderete».
12Di buon mattino Giosuè si alzò e i sacerdoti portarono l'arca del Signore; 13i sette sacerdoti, che portavano le sette trombe di corno d'ariete davanti all'arca del Signore, procedevano suonando le trombe. Il gruppo armato marciava davanti a loro e la retroguardia seguiva l'arca del Signore; si procedeva al suono delle trombe.
16Alla settima volta i sacerdoti diedero fiato alle trombe e Giosuè disse al popolo: «Lanciate il grido di guerra, perché il Signore vi consegna la città. 17Questa città, con quanto vi è in essa, sarà votata allo sterminio per il Signore. Rimarrà in vita soltanto la prostituta Raab e chiunque è in casa con lei, perché ha nascosto i messaggeri inviati da noi. ...
19Tutto l'argento e l'oro e gli oggetti di bronzo e di ferro sono consacrati al Signore: devono entrare nel tesoro del Signore».
20Il popolo lanciò il grido di guerra e suonarono le trombe. Come il popolo udì il suono della tromba e lanciò un grande grido di guerra, le mura della città crollarono su se stesse; il popolo salì verso la città, ciascuno diritto davanti a sé, e si impadronirono della città.
21Votarono allo sterminio tutto quanto c'era in città: uomini e donne, giovani e vecchi, buoi, pecore e asini, tutto passarono a fil di spada.

Nota dell'autore:

Su ordine del Signore si fa una grande mattanza a Gerico e tutti i suoi abitanti, incluso donne e bambini vengono ammazzati.


B GIOSUÈ - 8

1Il Signore disse a Giosuè: «Non temere e non abbatterti. Prendi con te tutti i guerrieri. Su, va' contro Ai. Vedi, io consegno nella tua mano il re di Ai, il suo popolo, la sua città e il suo territorio. 8Una volta occupata, appiccherete il fuoco alla città. Agite secondo il comando del Signore. Fate attenzione! Questi sono i miei ordini».
18Il Signore disse a Giosuè: «Tendi verso la città il giavellotto che tieni in mano, perché io la consegno nelle tue mani». 23Presero vivo il re di Ai e lo condussero da Giosuè.
24Quando gli Israeliti ebbero finito di uccidere tutti gli abitanti di Ai, che li avevano inseguiti in campo aperto nel deserto, e tutti fino all'ultimo furono passati a fil di spada, tutti gli Israeliti rientrarono in Ai e la colpirono a fil di spada. 25Tutti i caduti in quel giorno, uomini e donne, furono dodicimila, tutta la popolazione di Ai. 26Giosuè non ritirò la mano che brandiva il giavellotto, finché non ebbero votato allo sterminio tutti gli abitanti di Ai.

Nota dell'autore:

Su ordine del Signore è stata sterminata Ai con tutti i suoi abitanti, uomini donne e bambini.



2.4 Il Libro del Profeta Geremia

Esempi del libro di Geremia.


A Capitolo 15

1Il Signore mi disse: «Anche se Mosé e Samuele si presentassero davanti a me, non volgerei lo sguardo verso questo popolo. Allontanali da me, se ne vadano! 2Se ti domanderanno: "Dove dobbiamo andare?", dirai loro: Così dice il Signore: Chi è destinato alla morte, alla morte, chi alla spada, alla spada, chi alla fame, alla fame, chi alla schiavitù, alla schiavitù.
3Io manderò contro di loro quattro specie di mali - oracolo del Signore -: la spada per ucciderli, i cani per sbranarli, gli uccelli del cielo e le bestie della terra per divorarli e distruggerli. 4Li renderò un esempio terrificante per tutti i regni della terra, per quello che ha fatto in Gerusalemme il re di Giuda Manasse, figlio di Ezechia.
5Chi avrà pietà di te, Gerusalemme, chi ti compiangerà?

Nota dell'autore:

Il Signore stende un esempio terrificante su Gerusalemme.


2.5 L'Antico Testamento ed il Signore

In tutto l'Antico Testamento si può leggere come il Signore debba sottolineare la sua supremazia. Un Signore che non conosce il significato della parola « pietà ».



3. Il satanismo

Se si legge bene la Bibbia, allora il satanismo diventa ridicolo, perché non si può diabolizzare un personaggio biblico che non ha mai fatto del male a nessuno, se si tralascia il libro di Giobe. Un libro poco attendibile. Infatti in quel libro Satana va dal Signore, in mezzo ai figli del Signore. Un grande amico della famiglia del Signore?

Satana si è chiaramente ribellato al Signore, ma non è stato diabolico.

Ma chissà perché poi si è ribellato ??



4. Le mie ultime riflessioni

A Satana ed il Signore, come riesce a capire l'autore

Nella Bibbia leggo un Signore arrabbiato ed insicuro che si sente tradito da Satana.

Come già scritto: Non riesco più a capire come mai Satana dovrebbe essere «il cattivo». Dopotutto non ha mai ammazzato nessuno, si è soltanto ribellato al Signore.

Diabolizzare Satana è stato un errore dei religiosi, perché sembra che Satana sia chiaramente un personaggio che si ribella alle mattanze del Signore. Niente d'altro.

Gesù Cristo è chiaramente il più «buono»

Ma allora, chi è il cattivo della Bibbia?

A La mia classifica dei « buoni » della Bibbia :

1° Gesù Cristo, al 100 %. Chiaramente il più buono.
Egli ci ha insegnato la pace e la fratellanza.

2° Satana all'80 %. Un po' meno buono.
Ha fatto l'errore di non combattere fino in fondo i genocidi ordinati dal Signore. Forse gli mancavano le armi di sterminio, come descritte da Ezechiele.

3° Ezechiele, al 50 %. Ezechiele prega il Signore di smettere con la mattanza. Ma non si ripete per paura di perdere la vita.

Poi non riesco a trovare altri buoni, se si tralascia il Nuovo Testamento.

Ma è forse questo il motivo, per il quale le religioni cristiane ci vogliono vendere Gesù Cristo come Dio? Forse per sostituire il Signore dell'AT?

Gesù Cristo non ha mai detto di essere Dio.

Cari lettori, per favore, ditemi dove sbaglio. Infine, io non capire.