Siamo naufragati sulla Terra?

4 aprile 2020/7.04.2021

La Terra è forse inospitale per gli esseri umani?

Siamo forse naufragati sulla Terra?

  • Vi siete mai chiesti perché abbiamo tanta difficoltà a salire rapidamente delle scale ripide?
  • Perché gli umani normali possono saltare verso l'alto solo quanto la loro altezza?
  • Perché le creature intelligenti devono avere due gambe e camminare su due piedi?
  • Siamo bloccati sul pianeta sbagliato alla giusta distanza dal sole?
  • La gravità della Terra è forse troppo forte per le creature a due gambe?
  • "Gli Dei erano astronauti" (Erich von Däniken) è la Base delle mie riflessioni.
    Questa pagina tratta un'ipotesi, non la saggezza.


    1. Gli Dei hanno forse commesso un grave errore?

    1.1 Lo sbaglio degli Dei

    Nell'Enuma Elish (tavolette d'argilla sumere) "gli Dei" hanno creato i loro servi sulla base genetica di un istigatore alla guerra. Non poteva che finir male. Dopotutto la storia umana ce lo insegna giorno per giorno.

    Ma questo è anche coerente con Adamo ed Eva della religione ebraica e della Bibbia. Una coppia ribelle che non ha voluto sottomettersi all'ordine loro imposto. Quindi anche lì un "errore di Dio".

    Perché allora gli "Dei" non si sono semplicemente stabiliti sul nostro pianeta e hanno dovuto invece creare un'"immagine" di se stessi?

    Per non parlare del fatto che nel Libro di Enoch si parla di 200 angeli caduti. Poi nell'Enuma Elish sono 300 guardiani sulla terra. Guardiani che avevano il compito di far rigare dritto i servi del Signore.

    Quindi numeri simili ed esseri simili in differenti testi religiosi.


    2 La creazione dell’essere umano (Homo Sapiens) negli antichi testi

    2.1 I testi religiosi

    Deliberatamente inizio con dei vecchi testi religiosi. Moltissime religioni menzionano gli Dei nei cieli. Tuttavia, in alcune religioni indigene dei mari del sud, gli Dei siedono nei vulcani, nelle montagne e nelle profondità del mare. Non nei cieli.

  • Allora, per quale motivo gli dei dovrebbero provenire dal cielo?
  • Troppo spesso ci troviamo di fronte al fatto che gli Dei risiedono nei cieli. Non in un albero, o in un vulcano, o in qualsiasi altro posto. Anche nell'antica religione greca, Zeus riunisce i suoi sudditi al centro dell'universo. Non sul monte Olimpo. Inoltre, è anche necessario chiarire quando, da dove, come e perché gli Dei sono venuti sul nostro pianeta Terra.

  • Ma perché poi l'uomo doveva essere creato a nuovo?
  • I testi religiosi di diverse religioni ci danno una vaga idea di questo problematica.

    2.2 La Bibbia (Tora) - Genesi Capitolo 1

    "Dio" creò la sua immagine.

    Perché Dio deve condiscendere all'uomo?

    26 Poi Dio disse: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza". Essi domineranno sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutta la terra e su ogni essere strisciante che striscia sulla terra.
    27 Dio creò l'uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò. Maschio e femmina li creò.
    28 Dio li benedisse e disse loro: "Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra e sottomettetela..."

    Ipotesi

    Dio ha creato un'immagine di se stesso. Presumibilmente un essere umano che era strettamente legato a lui geneticamente. Nella frase 26, "Dio" parla nella forma "noi". Non sembra essere solo. In questa frase, gli animali e le piante sembrano essere già esistiti sulla Terra.

    Domande stupide:

  • Perché mai Dio ha bisogno di creare un essere umano che sia simile a lui?
  • Perché non ha creato qualche cosa più idonea al pianeta Terra?
  • 2.3 Genesi Capitolo 2

    16 E Dio, il Signore comandò all'uomo, dicendo: "Tu mangerai da ogni albero del giardino";
    17 Ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non ne mangerai, perché nel giorno in cui ne mangerai morirai di sicuro.

    Ipotesi

    L'albero della conoscenza sembra essere stato qualcosa di istruttivo. Esso conteneva una conoscenza che Adamo non aveva da conoscere.

    Questo è in accordo con il libro di Enoch. Il Signore non vuole che la gente impari troppa conoscenza. Sembra che la gente debba riprodursi "nuda".

    Forse per "nudo" lo scrittore del Libro di Enoch intendeva semplicemente "ignorante". In alcune circostanze, questo "nudo" può anche significare "non avere". Cioè l'uomo non ha da possedere qualche cosa.

    adamo ed eva nel paradiso
    Adamo ed Eva nel Paradiso
    Parte del quadro di Jean Brueghel il Vecchio e Pieter Paul Rubens

    2.4 Genesi Capitolo 3

    Eva sembrava curiosa e voleva "sapere". Non si limita a prendere sfacciatamente un frutto dall'albero, ma vuole sapere cosa sta succedendo. Nell'epoca attuale, non si può che essere d'accordo con lei.

    Ben fatto Eva!
  • 6 E la donna vide che dall'albero c'era del buono da mangiare, e che era piacevole alla vista, e che era un albero buono, perché rendeva gli uomini saggi; e prese del frutto e ne mangiò, e lo diede anche a suo marito, e pure egli ne mangiò.
  • 7 E gli occhi di entrambi si aprirono, e si accorsero di essere nudi; e intrecciarono insieme delle foglie di fico e si fecero dei grembiuli.
  • Ora emerge la "consapevolezza". La conoscenza dell'

  • Igiene
  • Privacy
  • Vergogna
  • Tessitura di vestiti
  • e molto di più.

    Come indicato in precedenza, "nudo" potrebbe anche significare "ignorante" o "non possedere niente".

    Nel capitolo 3 della Genesi, Adamo ed Eva possono improvvisamente intrecciare delle foglie di fico e creare dei grembiuli. Quindi l'albero della conoscenza deve essere stato qualcosa di molto istruttivo.

    2.5. Il Libro di Enoch

    Gli angeli desiderano le belle figlie della Terra. Dovevano essere dei veri uomini. Uomini umani con lo stesso DNA degli umani.

    La caduta degli Angeli - Capitolo 6

  • 1. E ciò avvenne quando i figli degli uomini si moltiplicarono, quelli che in quei giorni vennero alla luce. Fra di loro c'erano delle belle e seducenti figlie.
  • 2. E gli Angeli, i figli del cielo, le videro e le desiderarono e dissero fra loro: “Andiamo, scegliamoci delle mogli fra le figlie degli uomini che ci partoriranno dei figli”.
  • 3. E Semayaza, che era il loro capo, disse loro: “Io temo che voi non siate concordi per compiere questa azione e io solo dovrò pagare la pena di un grande peccato”.
  • 4. E tutti gli risposero e dissero: “Facciamo un giuramento e leghiamoci tutti con imprecazioni comuni”.
  • 5. Tutti insieme prestarono giuramento….
  • 6. E in tutto essi erano duecento. Scesero, nei giorni di Jared, sulla cima del monte Hermon…
  • Capitolo 7

  • 1 E tutti gli altri insieme a loro presero con sé delle mogli, ciascuno scegliendone una, ecominciarono ad andare con loro (letteralmente: cominciarono ad andare dentro di loro), a contaminare se stessi con le donne; poi gli insegnarono la seduzione
  • 2 e gli incantesimi, gli fecero conoscere le piante e il taglio delle radici. Quindi loro
  • 3 rimasero incinte, e partorirono grandi giganti, la cui altezza era di tremila braccia: essi apprendevano e usavano le conoscenze degli uomini.
  • 4 Ma quando gli uomini nonpoterono più sostentarli, i giganti si rivoltarono contro
  • 5 di essi e li divorarono. (.....)
  • Capitolo 8

  • 1. E Azazel insegnò agli uomini a far spade e pugnali e scudi e corazze e fece loro conoscere i metalli e l’arte di lavorarli e di fare braccialetti e ornamenti e l’uso dell’antimonio e l’abbellimento delle palpebre e ogni sorte di pietre preziose e tutte le tinture coloranti.
  • 2. Ed allora sorse molta infamia ed essi commisero fornicazione e vennero deviati e divennero corrotti in tutti i sensi.
  • 3. Semyaza insegnò loro incantesimi e il taglio delle radici,
    - Arnaros a sciogliere incantesimi,
    - Barachiel l’astrologia,
    - Kokariel l’astronomia,
    - Ezechiel la meteorologia,
    - Arachiel i segni della terra,
    - Sansiel i segni del sole e
    - Sartel i corsi della luna.
  • 4. E mentre gli uomini perivano, gridarono, e il loro grido giunse fino al cielo. La razza umana conobbe così ogni tipo di dolore e di peccato. I Nephilim imperversarono sulla terra distruggendo e seminando terrore. Gli umani presero ad invocare le Potenze Celesti…
  • Nota dell'autore

    Gli angeli caduti si prendono cura degli umani e insegnano loro varie cose. Anche la fabbricazione di armi. Da questo si può concludere che i popoli esistenti sulla terra erano nemici tra di loro.

    Gli angeli insegnano agli umani una semplice medicina a partire dalle erbe e persino a scrivere. Anche l'astronomia e l'astrologia erano incluse. Si nota che Azazel doveva essere un angelo abbastanza esperto. Perché ha insegnato non solo la fabbricazione di armi, ma anche l'arte del trucco e la creazione di gioielli.

    Questo deve aver fatto incazzare quel "Dio" bigotto.

    "Dio" voleva dei servi. Ancora meglio gli schiavi. Ma ora quegli schiavi avevano delle armi. NOOO!! Avrà esclamato il Signore.

    In Enoch, capitolo 8, punto 3 diventa chiaro che "incantesimi" è la traduzione sbagliata.

    Capitolo 9

  • 1 E poi Michael, Uriel, Raphael e Gabriel guardarono giù dal cielo e videro che molto sangue veniva
  • 2 sparso sulla terra, e tutte le illegalità venivano perpetrate su di essa. E si dissero l'un l'altro: 'Dalla terra fatta senza abitanti si leva l'urlo della disperazione degli uomini fino alle porte del cielo.
  • 3 Ed ora a voi, santi del cielo, le loro anime fanno appello, dicendo: 'Portate la nostra causa
  • 4 di fronte all'Altissimo.'' Quindi dissero al Signore dei secoli: 'Signore dei signori, Dio degli dèi, Re dei re e Dio dei secoli, il trono della Tua gloria risplende su tutte le generazioni dei
  • 5 secoli, e il Tuo nome è santo e glorioso e benedetto in tutti i secoli! Tu hai fatto tutte le cose, e hai potere su tutte le cose: esse sono nude e aperte ai tuoi occhi,
  • 6 e nulla può nascondersi al tuo sguardo. Tu vedi quello che ha fatto Azazel, che ha insegnato ogni sorta di iniquità sulla terra e ha rivelato i segreti antichi che sono stati preservati in cielo, e che
  • Ora quelli angeli, che erano rimasti senza mogli, andarono a spifferare Azazel al Signore. Non è stato molto bello. Di certo avrebbe avuto più senso se avessero preso anche loro delle mogli. Il Signore avrebbe poi dovuto fare dei compromessi.

    Nota dell'autore:

    Gli antichi segreti (Enoch, II.9.6) indicano su differenti cose:

  • a) Che da qualche parte doveva sussistere un enorme sapere.
  • b) Che nello sfondo temporale doveva sussiste un periodo primordiale. Quindi doveva essere esistita una precedente civiltà superiore.
  • c) Che il periodo primordiale è avvenuto in "cielo".
  • L'ultima ipotesi - che il tempo primordiale avrebbe avuto luogo in "cielo" - l'autore la vede al livello di una teoria.

    Se non s'interpreta, ma si prendono le parole del Libro di Enoch come sono, allora il tempo primordiale dovrebbe essere stato già terminato. Con questo intendo già ai tempi di Adamo ed Eva.

  • Che tipo di tempo primordiale è stato?
  • Quanti anni prima è avvenuto?
  • Forse gli angeli caduti hanno messo un bastone tra le ruote del Signore. Nella parte II, capitolo 39, punto 1 del Libro di Enoch, ci si rende conto che ci sono già dei prescelti che hanno da mescolarsi con i figli degli uomini terrestri.

    Cap. 39 E avverrà in quei giorni che i figli degli eletti e dei santi scenderanno dall'alto dei cieli ed i loro seme si unirà con i figli degli uomini.

    In altre parole l'inseminazione della popolazione già esistente sulla Terra. Artificiale o naturale, non si sa. Ma questo poteva essere fatto soltanto se sia "gli angeli" o "i santi" del cielo, sia gli abitanti della Terra fossero stati geneticamente molto simili tra di loro. Quindi tutti Homo Sapiens a 2 gambe.

    Ma proprio in questo punto presumo che gli angeli caduti abbiano rovinato la pianificazione del Signore. Hanno rovinato semplicemente la ripartizione genetica pianificata, quando hanno preso moglie terrestre senza sapere se geneticamente andasse bene.

    2.6 L'uomo come ignorante

    I capitoli 8 e 9 del Libro di Enoch coincidono all'incirca con l'Albero della Conoscenza della Genesi, nella Bibbia/Torah.

    In altre parole, le persone umane non dovevano essere istruite. Il Signore voleva ignoranti nudi sulla terra, non studiosi.

    Servire ed avere fede dovevano fare ed avere gli umani terrestri e consegnare al Signore ciò che producevano.

    D'altra parte, il Libro di Enoch ci rivela che i guardiani del cielo potevano facilmente riprodursi con le figlie della Terra. Quindi erano dei mammiferi della stessa specie dell'uomo terrestre, con DNA corrispondente.

    Nel libro di Mosè, nella Bibbia/Torah, ci si rende conto di come l'uomo doveva servire. Mosè dovette annientare intere città, uccidere tutta la loro popolazione e consegnare al Signore i metalli conquistati. Quindi un signore che aveva disperatamente bisogno di metalli.

    È chiaro che l'uomo terrestre non aveva da sapere cosa il Signore avrebbe fatto con questi metalli. Non ho trovato niente in merito.

    Ma d'altronde,

  • perché gli Dei credevano che fosse meglio lasciare gli umani terrestri come ignoranti?
  • Ma perché gli Dei non erano capaci di condurre?
  • Degli uomini umani ben istruiti sarebbero stati capaci di raccogliere e racimolare ancora più metalli. Avrebbero potuto aiutare molto gli Dei.

    Sussistevano forse delle guerre tra gli Dei stessi?

    Presso gli Annunaki è stato effettivamente così. Nelle religioni abramitiche, queste battaglie sono state associate a Satana. Considerando che "Satana" non è un nome, ma un termine non ancora tradotto. Significa "avversario".

    2.7 Enuma Elisch (sumero)

    2.7.1 Introduzione

    Anche nelle tavolette sumere troviamo di nuovo la creazione dell'uomo. Pure qui, gli dei risiedono in cielo e non dentro gli alberi.

    enuma elish

    Le tavolette dell'Enuma Elish si differiscono dal Libro di Enoch in quanto non viene descritta alcuna popolazione preesistente sulla Terra.

    Ma in altre tavolette sumere questa popolazione sussiste già, come nella Tavoletta di Nippur, che riproduce un diluvio quasi identico a quello descritto nella Bibbia/Torah.

    2.7.2 Enuma Elisch - Tavoletta no. 6

    T.6/1Quando Marduk apprese le parole degli Dei,
    gli venne il desiderio di creare delle meraviglie.
    Al fine di poter parlare con Ea prese la parola,
    per spiegarli ciò che aveva sul cuore.
    T.6/5»Voglio concentrare del sangue e formare delle ossa,Marduk vuole creare il genere umano
    voglio dar vita al Lullu, che dovrà essere denominato »Uomo«.Lullu = Uomo
    Voglio creare l'Uomo Lullu,
    che deve servire gli Dei, affinché questi abbiano la loro quiete e tempo libero.L'Uomo dovrà essere un servo!
    Voglio migliorare la vita degli Dei:
    T.6/10Gli Dei dovranno essere onorati insieme e comunque essere divisi in due parti.«
    Ea rispose con le seguenti parole
    ed in merito alla quiete degli Dei fece le sue osservazioni.
    »Uno dei loro fratelli sia consegnato.
    Lasciatelo morire affinché si possa creare l'Uomo.
    T.6/15Lascia decidere all'assemblea dei grandi Dei
    e lasciateci consegnare il colpevole, affinché possano essere confermati sani e salvi.«
    Marduk riunì i grandi Dei,
    e con ordini gentili li pregò dar seguito ai suoi ordini.
    Quando rivolse loro la parola, gli Dei lo ascoltarono;
    T.6/20Il Re rivolse la parola agli Anunnaki:
    »Del vostro vecchio giuramento ci si può fidare,
    pertanto ditemi la verità:
    Chi è stato a voler fare la guerra,
    che ha provocato Tiamat a ribellarsi ed iniziato così la battaglia?
    T.6/25Colui che ha incitato alla guerra dev'essere consegnato,
    che io possa imporgli la sua punizione e voi potete stare seduti in pace.«
    Gli risposero gli Igigi, i grandi Dei,
    Lugaldimmerankia, il consigliere degli Dei. Nostro signore: Lugaldimmerankia risponde a Marduk
    »È stato Qingu che ha incitato alla guerra,L'odiato Qingu.
    T.6/30che ha fatto ribellare Tiamat ed ha iniziato il combattimento.«
    Lo legarono e lo tennero fermo davanti ad Ea,
    Lo punirono, tagliandoli le sue vene.Ma ditemi, non era già stato ucciso durante la battaglia?
    Dal suo sangue Ea creo l'umanità,Sulla base di Qingu viene creata l'umanità. Dal Ribelle vengono creati i servi. Non sembra una cosa molto intelligente.
    alla quale venne imposto il servizio agli Dei, al fine di agevolarli.Gli Uomini creati dovevano essere schiavi.
    T.6/35Dopo che il saggio Ea aveva creato l'umanitàOra sembra essere stato Ea a creare l'Umanità.
    ed le aveva imposto di servire gli Dei,
    una grande opera che va al di là della nostra comprensione,
    creata con l'abilità di Malduk e Nudimmud,Ora è Marduk a creare e Nudimmud lo aiuta. Chi ci capisce è bravo.
    il Re Marduk divise gli Dei in due gruppi,
    T.6/40tutti gli Anunnaki in un gruppo alto ed un gruppo basso.
    Determinò 300 Dei in cielo per controllare gli ordini di Anu
    e li mise come guardie.
    Come prossima mossa formò il mondo inferiore.La Terra?
    In cielo ed in Terra lascio 600 Dei come guardie.300 guardie schiaviste si trovavano già sulla Terra.
    T.6/45Dopo aver organizzato tutte le sue direttive
    ed aveva regolato il salario degli Anunnaki del cielo e della Terra,
    gli Anunnaki parlarono
    e parlarono a Marduk, il loro signore.
    »Ora, o Signore, che ci hai dato la nostra libertà,
    T.6/50che favore possiamo farti?
    Lasciaci costruire un santuario con un nome ben noto:
    La tua dimora sarà il nostro posto di sosta, dove ci potremo riposare.
    Lasciaci creare un santuario ed in esso una base
    dove ci potremo riposare quando lo finiremo.«
    T.6/55Quando Marduk udì ciò,
    brillò così forte come il giorno più chiaro:
    »Costruite Babilonia, è il compito che avete cercato.
    Che si formino i mattoni per essa e si costruisca il santuario!«
    Gli Anunnaki scavarono con le loro zappe.Pertanto gli Anunnaki sembrano essere umani.

    Varie domande ed ipotesi

    Gli Annunaki erano quindi anche umani, altrimenti non avrebbe senso scrivere nella tavola 6, riga 59 che maneggiavano la zappa.

    - Ma l'umanità non era stata creata per servire gli Dei?

    Si dice che l'umanità sia stata creata sulla base genetica del Dio guerriero Kingu. Questo può farlo solo un completo idiota, voler creare dei servi dalle fondamenta genetiche di un ribelle.

    Poi ci domandiamo ironicamente perché noi umani conduciamo così tante guerre tra di noi.

  • 29. È stato Qingu che ha incitato alla guerra, ...
  • 32. Lo punirono, tagliandoli le sue vene.
  • 33. Dal suo sangue Ea creo l'umanità,
    (Sulla base di Qingu viene creata l'umanità. Dal Ribelle vengono creati i servi. Non sembra una cosa molto intelligente.)
  • 34. alla quale (l'umanità) venne imposto il servizio agli Dei, al fine di agevolarli.
  • L'uomo deve servire ed ha da comportarsi bene.

    A questo punto c'è da chiedersi se questo era la volontà degli Dei, o se è stato dettato ed aggiunto da parte religiosa.

    La 6a tavoletta continua con

  • 35. Dopo che il saggio Ea aveva creato l'umanità
  • 36. e le aveva imposto di servire gli Dei,
  • 37. una grande opera che va al di là della nostra comprensione,
  • La frase: "Un'opera impossibile da comprendere" indica questo.

    Qui si rivela che gli dei dovevano avere una vasta conoscenza genetica.

    Altrimenti, non ci sarebbe stato bisogno di clonare un umano più volte.

    Ma mi viene in mente l'albero del sapere della Bibbia/Torah e di Enoch, dove viene descritta la conoscenza o il sapere derivante dai tempi primordiali e nessun umano ha il diritto di conoscerla.

    Conclusione

    Gli Annunaki crearono i loro servi da un Dio ribelle. Erano fuori di testa? Se devi creare un servo, per favore crealo da una persona calma ed obbediente. Questo fu probabilmente l'errore più grossolano mai commesso dai vecchi Annunaki.