giustizia vs evoluzione
C'è gente che ci vende quotidianamente la giustizia nella vita presente. Altra gente ci vende la giustizia nell'aldilà. Poi c'è gente che credono di sapere che esisti la pace e la felicità e ci vendono le vie per trovarle. Ma la pura verità è che di tutto ciò non può esistere niente, altrimenti l'evoluzione del genere umano verrebbe fermata.
Giustizia, pace, felicità e soddisfazione

Giustizia e fede
2 droghe inventate ed infiltrate nella nostra psiche

La giustizia è stata inventata dai politici e dai religiosi. A parer mio la giustizia non ha neanche il diritto di esistere, altrimenti l'evoluzione del genere umano verrebbe fermata. Essa è un virus nel nostro cervello.

La giustizia è una promessa dei religiosi e dei politici, al fine di renderci dipendenti. È come una droga che non si dovrebbe mai assumere. Il credo nella giustizia ha il compito di renderci dipendenti. Si dovrebbe credere in qualche cosa, che riduca la nostra voglia di lotta e vendetta, e che faccia emergere nel nostro animo il buon senso della pace e del perdono.

La giustizia è un'invenzione delle religioni e dei politici, al fine di farci credere che da qualche parte ci sia un mondo o un paradiso giusto e pacifico dove l'essere umano giusto si può riposare eternamente su una graziosa nuvoletta.



Ma pensate un po' se la giustizia esistesse davvero?

Tutti sarebbero soddisfatti e girerebbero intorno totalmente felici. La pace e la soddisfazione sarebbero onnipresenti. Nessuno farebbe più del male all'altro e nessuno avrebbe il diritto di imporsi verso l'altro. La gerarchia verrebbe dettata e tutti avrebbero gli stessi diritti e obblighi.

E dell'evoluzione cosa ne facciamo?

L'evoluzione funziona esclusivamente con la "legge del più forte" o la "scelta dei migliori" oppure la "scelta di coloro che si sanno meglio adattare (Darwin)". Nell'evoluzione tutti vogliono andare avanti e coloro che non vogliono partecipare alla corsa e belano sull'ingiustizia, hanno da mettersi in fondo alla fila.

Così i politici ed i capi religiosi hanno avuto l'idea di venderci la "giustizia". Ossia una cretinata fuori da ogni logica.

Personalmente mi piacerebbe di più se ci fossero meno regole e disposizioni e si aiuterebbero i socialmente più deboli. Ma per favore senza discutere sulla "giustizia". Per questa favola mi manca il tempo necessario.

Il creatore o la natura dell'universo hanno dettato le leggi della natura?

Chiunque sia il creatore o la creazione, le leggi della natura sono chiaramente sintonizzate sull'evoluzione. Una giustizia sarebbe come un bastone fra le ruote dell'evoluzione. Per loro, che credano in un Dio, la "giustizia" si può considerare come blasfemia.

Peccati

I peccati sono un'invenzione delle religioni per farci sentire in colpa. La gente con la coscienza sporca si può "accalappiare" e "condurre" facilmente. Ma non dimenticate che le pecore hanno paura del lupo, ma a condurle al macello è sempre il pastore.

Sesso

Ben sapendo che il sesso è una faccenda fisica indispensabile, le religioni ci vendono il sesso come un peccato, per farci venire una coscienza sporca. Le persone con una coscienza sporca sono più facili da manipolare.

In verità il sesso si può considerare come una sana attività fisica e molto privata, dove non si deve intromettere nessun terzo, nessun politico e particolarmente nessun religioso.

Dio, o il creatore universale dell'universo

L'esistenza del creatore è molto possibile, ma a lui non glie ne frega niente di cosa succede sul granello di polvere di nome "Terra" che gira intorno ad un granello di sabbia di nome "Sole", che a sua volta si trova in una delle innumerevoli galassie a forma di spirale che contengono ciascuna circa 150 miliardi di sistemi solari. Nell'immensità dell'universo la "Terra" non può avere una posizione prioritaria. Soltanto a credere nella posizione prioritaria della Terra ci rende ridicoli.