Ufo e grano  

  home     archeologia vietata     chi siamo     contatto     site map  

Copyright © 2010.01 Pierluigi Peruzzi (È permesso copiare, divulgare, criticare e linkare, ma non è permesso mutare.)


UFO, cerchi nel grano, Seti e la paleoastronautica

Il mio sito non si occupa di UFO, per non parlare dei ridicoli cerchi nel grano

Tutte le volte che nel settore della paleoastronautica sento la parola UFO, mi squillano tutti i campanelli d'allarme. Qui si mescola di proposito cavoli con carote. D'accordo, una bella minestra ai legumi, ma bisogno comunque restare oggettivi.

Un UFO si considera la visione di un "oggetto volante non identificato". Però le lapidi di pietra ed i vecchi testi religiosi non li ha visti volare nessuno. Pure le antiche figure di pietra o altri materiali non volano, anche se con esse si potrebbe presumere degli oggetti volanti. Per i motivi citati non si tratta affatto di UFO, ma di reperti archeologi ben identificati. Mancano pertanto due premesse a questi oggetti per poter affermare il termine UFO: il "volare" ed il " non identificato".

Voler introdurre gli UFO nella paleoastronautica significa disinformare volutamente la gente e voler rendere ridicola la paleoastronautica con "oggetti inattendibili". Cosa molto proficua per i religiosi, ai quali la paleoastronautica provoca delle ulcere intestinali. Sarebbe più opportuno denominare la paleoastronautica con "archeologia proibita". Ma anche in questo caso i veri nemici della paleoastronautica riuscirebbero comunque ad infilarci le storielle più ridicole su degli UFO. Oggi come oggi si tratta di una vera guerra d'informazione e disinformazione.

Presumo (attenzione teoria di cospirazione) qui si butta della benzina nel fuoco. Perché insieme alle favole degli UFO ed i ridicoli cerchi nel grano (fatti da odierne mietitrici computerizzate) si può ridicolizzare la paleoastronautica.

Personalmente mi interessano esclusivamente i reperti archeologici, controllabili con il C14 o Wolframio, ed i vecchi testi mitici e religiosi. Su questa base non è più possibile ridicolizzare la paleoastronautica, ma è soltanto un fatto d'interpretazione. Ma le magnifiche e coloratissime interpretazioni religiose oggi non fanno più paura alla vera paleoastronautica, perché i vecchi testi biblici parlano chiaro e non religioso.

Putrroppo noi cristiani abbiamo distrutto tutti i vecchi templi greci e bruciato tutti i vecchi libri dei Maya. Abbiamo fatto un "buon lavoro" e distrutto quasi tutto. Ma fortunatamente qualcosa c'è rimasto.

Il mio "pazzesco" rapporto con gli Ufo ed i cerchi nel grano

Mettiamo subito da parte i cerchi nel grano, che vengono chiaramente fatti da odierne mietitrici computerizzate.

Gli UFO invece hanno un altro passato.

Non ci si deve dimenticare che nella 2 guerra mondiale i servizi segreti dovettero inventare delle cose interessantissime per mettere sotto prova "l'impermeabilità" dei propri uffici e sistemi di antispionaggio. La miglior cosa che potevano fare era inventare delle tecniche non esistenti, ma interessantissime per il nemico. Tecniche infatti, che al nemico dovevano interessare per forza. Così tra l'altro si è inventato le storielle degli alieni scesi da cielo, che ci hanno lasciato qualche rudere di astronave. Poi si creava un dossier "Top Secret" e si faceva circolare in un ufficio, nel quale si presumeva una falla. Se un anno dopo o più, il proprio spionaggio presso il nemico comunicava la presenza di un dossier sugli alieni, allora la falla era comprovata. Così sono state create le prime storie ben credibili sugli UFO.

Altri UFO sono stati creati dai riflettori della contraerea, che allora illuminavano con dei cerchi luminosi le nuvole. Io stesso, qui nelle Filippine, o potuto assistere a questo caso. La contraerea Filippina stava facendo una prova. I cerchi luminosi nelle nuvole giravano qua e la ad altissima velocità. La povera gente mi chiedeva perplessa "ma cos'è, ma cos'è?" Ho spiegato loro con calma di cosa si tratta e gli UFO sono svaniti dai loro cervelli.

Il cambiamento culturale sul nostro pianeta non si può lasciar inosservato. Molte persone non possono più credere nel vecchio testamento che trabocca di paleoastronautica. Ma la chiesa si aggrappa alle vecchie storielle passando parola di "resistere". Una resistenza inutile, perché l'odierno popolo ben istruito, che sa leggere e scrivere, non può più credere ad Ezechiele & Co.

Le mie conclusioni

O la chiesa si muove o crollerà del tutto.

I credenti degli UFO credono di trovare nella paleoastronautica le prove dell'esistenza di esseri non terrestri. Purtroppo li implementano poi nell'era odierna, dove ci stanno come un cavolo a merenda. Gli umani, non terrestri, che ci sono stati una volta, oggi non ci sono più. Forse ritornano, forse no.

Gli antichi visitatori non sono UFO, perché si possono chiaramente identificare nelle vecchie sculture di pietra e nei vecchi testi religiosi.




Copyright © 2010.01 Pierluigi Peruzzi (È permesso copiare, divulgare, criticare e linkare, ma non è permesso mutare) 21.04.2015
site map   |  contact